HomeForumIl ClubIscrizioneGalleryArea Riservata

 

 

 

TAGLIO PARABREZZA INVERNALE

(by Stefen67)

 

Se vi siete inoltrati nella lettura di quanto segue, o siete semplicemente curiosi, oppure vi è sovvenuta la mia stessa esigenza: rifilare la parte alta del vostro parabrezza invernale.

Infatti, dopo aver montato questo utile accessorio, ho apprezzato i pro – ma anche combattuto i contro, infatti, con le prime manifestazioni di umidità, il materiale del parabrezza tende ad appannarsi inesorabilmente.

Questo fenomeno, haimè, non si presenta come sui parabrezza delle vetture, che con una passata di pannetto la si asporta, ma in modo tragicamente più complesso, ovvero: imbiancando la plastica non solo superficialmente. 

La sagoma più alta e protettiva rende pertanto difficoltosa la visuale della strada, cosa che non si verifica con il parabrezza estivo, ho deciso pertanto di mantenere la protezione del parabrezza invernale – specialmente quella laterale e quella della sagomatura paramani, portando al contempo la linea di visuale ai livelli del parabrezza di serie. 

 

MATERIALE OCCORRENTE ALL’OPERAZIONE: 

·        Un pezzo di cartone abbastanza rigido, di circa cm 100 x 30.

·        Un pennarello ad acqua (non del tipo indelebile)

·        Un cutter con lama nuova

·        Un rotolo di carta gommata (nastro da carrozziere).

·        Uno smerigliatore (flex) con disco da taglio (sottilissimo).

·        Una lima media (non da legno).

·        Carta vetrata a grana grossa.

·        Carta vetrata a grana fine.

 

ESECUZIONE 

Rivestire, dal bordo superiore – fino a metà altezza - la parte frontemarcia del parabrezza con la carta gommata. 

Applicare il cartone sul parabrezza, fissandolo in più punti con il nastro, così da ottenere la superficie per ricalcare la sagoma superiore del parabrezza.

Previo controllo sulla posa orizzontale del cartone, procedere a tracciare con pennarello la sagoma originale. 

Togliere il cartone tracciato con pennarello, e tagliare con cutter seguendo la forma. 

Applicare la sagoma ottenuta sul parabrezza, posizionandola circa 10 cm in basso a confronto del bordo superiore originale.

Mettersi in sella allo scooter – simulando la corretta posizione di guida – così da verificare che il taglio che andremo a fare sarà all’altezza a noi adeguata.

Con la mia postura di guida, ed altezza fisica, i 10 cm di prova si sono rivelati perfetti – ma non siamo tutti uguali, meglio simulare la linea di visuale. 

Una volta stabilita l’altezza di taglio, tracciare sul parabrezza la linea con pennarello seguendo la sagoma del cartone. 

Dopo aver tolto il cartone possiamo procedere al taglio con il flex calzante il disco da taglio – importantissimo è : usare polso fermo e tracciare una linea unica, incidendo la plastica senza cercare il taglio netto in un'unica passata.

Creando un solco con prima e leggera passata, sarà più preciso e meno rischioso il proseguo del taglio – in più passate – fino al distacco del lembo superiore. 

Se tutto è filato liscio fino ad ora – siete in una botte di ferro – inizia la fase di sgrossamento e successiva finitura, la parte – a mio avviso – più divertente. 

Con la lima procedere a togliere le bave prodotte durante il taglio, avendo cura di rendere lineare il profilo del taglio senza modificarne la curvatura tanto agognata. 

Dopo aver sgrossato il bordo si può togliere il nastro che ci ha aiutato anche a proteggere la superficie, dopodichè, mettete mano alla carta vetrata con grana grossa, per dar sempre più forma al nuovo profilo del nostro parabrezza, quando sembra che l’opera sia a posto – senza difetti di linea – passare alla finitura con carta fine. 

Un buon lavoro è identificabile dal risultato visivo della finitura del bordo, se ben fatto – a colpo d’occhio – non si noterà la giunzione del bordo tagliato con quello rimasto originale. 

IMPORTANTISSIMO – NON UTILIZZARE ALCOOL – PER ELIMINARE LE TRACCE DEI SEGNI DI PENNARELLO, AL LIMITE ACQUARAGIA, SE NON QUALE MIGLIOR MOSSA : USARE UN PENNARELLO AD ACQUA. L’ALCOOL DANNEGGIA IRRIMEDIABILMENTE IL MATERIALE DI CUI E’ COMPOSTO IL PARABREZZA.

 

Buon lavoro…

Stefen67